QUELLA SPORCA DOZZINA (di libri)

Non saprei dire quanti libri io abbia letto nell’arco della mia vita, credo che siano nell’ordine delle migliaia. Quindi non potrei mai ricordarli tutti. Però ce ne sono alcuni che più di altri mi sono rimasti impressi, che hanno influenzato il mio gusto e la mia sensibilità di lettore e di confezionatore di storie da raccontare e che per questo … Continue reading

BUROCRAZIA

La burocrazia viene spesso indicata come uno degli elementi che generano malessere collettivo e, insieme a questo, una frattura sempre più ampia e profonda fra la gente comune e le istituzioni. La burocrazia, questa sorta di sottopotere grigio che vive di vita propria e sfugge a ogni controllo, persino da parte di chi la dovrebbe governare, viene comunemente percepita come … Continue reading

Pubblicato in Dire

ANCHE DI CORONAVIRUS SI PUÒ MORIRE

I morti. Sì, ci sono anche quelli. Soprattutto quelli. Ogni giorno i media diffondono numeri aggiornati che sembrano bollettini di guerra. In fondo quella che stiamo combattendo è una guerra. Contro un nemico invisibile e subdolo. Non ce l’aspettavamo. E non ci aspettavamo di doverlo combattere senz’armi, ma semplicemente rimanendo chiusi in casa, nascosti, quasi trattenendo il respiro, per non … Continue reading

Pubblicato in Dire

L’ORIZZONTE DEGLI EVENTI

L’uomo si è evoluto attraverso i millenni perché è dotato di una formidabile capacità di adattamento. Ha imparato a sfruttare a proprio vantaggio anche le avversità e, quando questo non era possibile, ha imparato a resistere, modificando i propri comportamenti e il proprio modo di sentire. Ha scoperto che, in condizioni estreme, era possibile ignorare il freddo, la fame, il … Continue reading

Pubblicato in Dire

CORONAVIRUS

Non ce l’aspettavamo. Quelli come me, nati in piena Guerra Fredda, erano abituati a immaginare una catastrofe globale sotto forma di fungo atomico. Finché non abbiamo salutato la caduta del muro di Berlino come un evento salvifico. Poi, l’11 settembre 2001, ecco il terrore riaffacciarsi di nuovo sulle nostre vite quotidiane, portato da fanatici assassini provenienti da un’altra cultura, da un … Continue reading

REVISIONISMO

È giusto dire che i morti di una guerra civile sono tutti uguali. È giusto dire che di efferatezze ne sono state commesse da ambo le parti. È giusto dire che di perdite fra i propri affetti ce ne sono state sia fra i fascisti sia fra i partigiani. È giusto quindi, dopo tre quarti di secolo, guardare alla storia … Continue reading

GRETA E I VENTRILOQUI

Ogni tanto salta fuori qualche pifferaio che incomincia a suonare la solita tiritera sulla fine del mondo che avverrà dopodomani. E tantissimi topolini lo seguono a spasso per le strade, senza farsi troppe domande, senza sforzarsi di guardare la realtà da un punto di vista differente. Perché in fondo tutti noi, chi più chi meno, proviamo un’attrazione perversa per le … Continue reading

Pubblicato in Dire

CRITERI SCIENTIFICI

Leggo su Repubblica che il ministro Toninelli avrebbe dichiarato che la decisione del governo sull’alta velocità Torino-Lione non sarà presa solo sulla base dell’analisi costi benefici. ma anche secondo “criteri scientifici” e “parametri oggettivi“. Come se la decisione non fosse invece di carattere squisitamente politico. Mi pare abbastanza chiaro che questi Pentastellati non hanno neppure il coraggio delle proprie opinioni, se … Continue reading

LE MOGLI DI LOT

I talebani del Movimento Cinque Stelle hanno una sorprendente capacità di guardare oltre. Solo che lo fanno nella direzione opposta a quella secondo cui il pianeta Terra gira. Guardano indietro, al passato, oltre le conquiste nel campo della medicina (per loro Pasteur, Fleming, Jenner, Curie non erano altro che antesignani di un complotto pluto-giudaico-massonico teso a favorire le multinazionali farmaceutiche); … Continue reading

CONOSCENZE APPROFONDITE

Adesso salta fuori quest’altra cosa, e cioè che una delle organizzatrici della manifestazione SI TAV dello scorso 10 novembre a Torino avrebbe candidamente ammesso, nel corso di un’intervista, di non aver approfondito gli aspetti tecnici della questione. Manco a dirlo, i sostenitori della posizione NO TAV si sono affrettati a strumentalizzare questa dichiarazione per dimostrare che, secondo loro, i promotori … Continue reading